Alessio Schreiber

Le conseguenze dell'ozio

Ripensare un progetto editoriale: Produzione

Con più 60 milioni di utenti attivi al mese, Candy Crash Saga, puzzle game sviluppato da King.com, rappresenta ad oggi il più popolare passatempo fra gli utenti di smartphone e tablet.
Può sembrare una forzatura, ma è un dato che non si può non tenere in considerazione se si lavora oggi in ambito editoriale e, in particolare, se si producono libri di narrativa. Una considerazione radicata nel fatto che i principali momenti di fruizione di un libro sono rintracciabili nel nostro tempo libero. Continua a leggere
Annunci

Le conseguenze dell’ozio

In questa bella intervista, originariamente pubblicata su Le Monde-Dimanche il 16 settembre 1979 e ripresa qualche giorno fa da Doppiozero, Roland Barthes racconta la pigrizia e a questo proposito si domanda se esista, fra gli occidentali contemporanei, il ‘non far nulla’, o se la pigrizia non consista invece nello spezzare il tempo il più spesso possibile; nel diversificarlo. Una pigrizia ‘subita’ che si esprime in una diversione e nella ripetizione delle diversioni: farsi un caffè, prendere un bicchier d’acqua e così via. Escamotage attraverso i quali spezziamo il tempo nel tentativo – riuscito solo a volte – di ribadire la nostra volontà d’esserci ma ‘non decidere’. Continua a leggere

Che lavoro fai?

Capita che qui a Berlino arriva un amico, un caro amico che non vedevo ormai da qualche anno. Decidiamo di incontrarci poco distante da casa mia per poi mangiare qualcosa insieme (per gli stalker che se lo chiedono, siamo stati al Weltrestaurant Markthalle). La cena scorre tranquilla, qualche Weißbier accompagna il riepilogo degli avvenimenti che hanno caratterizzato le reciproche vite negli anni appena trascorsi finché lui non arriva alla domanda: «Ma di preciso, che lavoro fai?» Continua a leggere